facebook Twitter Instagram invia/condividi stampa feed rss

input
 

Il comune di Trezzo sull’Adda ha partecipato al bando per la realizzazione di progetti per la riduzione dell’incidentalità stradale sul territorio lombardo con le risorse derivanti dal Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (PNSS) ideando una Proposta di Progetto denominata INPUT – Iniziative e Progetti per la sicurezza degli Utenti vulnerabili- proposta accolta e finanziata dalla Regione.

Questo è un progetto integrato e multisettoriale capace di dare indicazioni ed input a tutti i soggetti coinvolti nel fenomeno degli incidenti stradali cercando di avvicinarsi al target UE che chiede di dimezzare al 2020, i morti per incidente stradale registrati nel 2010, con particolare attenzione alle utenze deboli.

Obiettivi

  • Definire in modo specifico lo stato dell’incidentalità stradale nel territorio comunale e definire gli elementi di criticità ed insicurezza del sistema della mobilità;
  • Studiare i comportamenti a rischio da parte degli utenti per poter intervenire con adeguate misure di prevenzione e repressione;
  • Progettare e attuare un piano di interventi urgenti per mettere in sicurezza alcune tratte stradali con elevato tasso di incidentalità, concentrandosi sull’utenza vulnerabile;
  • Continuare le iniziative di educazione stradale e sensibilizzazione rivolte alla popolazione in età scolare.

Interventi 

  • Azione 1: Rotonda SP2-via Guarnerio. Realizzazione di una nuova rotatoria nell’incrocio tra la SP2 e via Guarnerio Est con la conseguente riqualifica dell’asse stradale principale, la diminuzione dei fattori di rischio di incidente nell’area di interesse e il miglioramento dello scorrimento dei flussi di traffico.

Aggiornamento 18.04.2016: I lavori sono iniziati il 14/03/2016. A conclusione dei lavori si avrà una riqualificazione dell’asse stradale principale e dell’uscita dal centro città con la diminuzione dei fattori di rischio di incidente e il miglioramento dello scorrimento dei flussi di traffico.

  • Azione 2: Miglioramento segnaletica stradale. E' prevista l’attuazione di un piano di miglioramento qualitativo del sistema di segnaletica stradale esistente, attuato lungo alcune delle direttrici stradali urbane e sui percorsi ciclopedonali. Inoltre sono previste anche azioni di riqualifica delle piste ciclabili già esistenti per aumentare la sicurezza dei ciclisti, e la realizzazione di nuovi tratti di completamento per i percorsi che risultano troppo spezzettati.

Aggiornamento 18.04.2016: avendo il progetto come scopo quello di tutelare gli utenti deboli della strada, si è proceduto all’acquisto di attraversamenti pedonali luminosi di ultima generazione in grado di fare risaltare l'attraversamento stesso e saranno posati a breve, sulla base delle risultanze dell’analisi di sicurezza stradale previsto nell’intervento 3.     

  • Azione 3: Analisi di sicurezza stradale. Rilevazione dei fattori di rischio sulla rete viaria, nei punti a maggiore frequenza di incidenti e lungo gli assi interessati dalla realizzazione della nuova rotonda e delle piste ciclabili grazie ad un'analisi in profondità degli incidenti stradali, con investigazioni mirate a rilevare le cause di natura infrastrutturale e/o riconducibili al comportamento degli utenti; sopralluoghi e ispezioni di sicurezza nei siti stradali e proposte di interventi sulla viabilità e sulla circolazione stradale;

Aggiornamento 18.04.2016: in questi mesi sulle strade di Trezzo sull’Adda sono stati eseguiti da parte di tecnici professionisti dei rilievi, eseguiti anche sulla base dei dati di incidentalità stradale. Tale lavoro si è concretizzata in un dossier la cui la prima parte è stata consegnata a Marzo al Comando di Polizia Locale, dove vengono evidenziati i trend di incidentalità dal 2010 al 2014, le caratteristiche dell’incidentalità e i criteri di classificazione della rete stradale in ottica di sicurezza. Sono in corso ulteriori sopralluoghi e valutazioni relativi a particolari punti “pericolosi” della rete viaria e lo studio di una possibile soluzione.

  • Azione 4: Prevenzione guida in stato di ebbrezza. Si prevede l’acquisto di un etilometro che sarà utilizzato con maggiore frequenza nei tratti stradali indicati dall’analisi di sicurezza stradale per ridurre ulteriormente anche questo importante fattore di rischio;

Aggiornamento 18.04.2016: si è provveduto all’acquisto di n. 2 precursori, test veloci per il rilevamento dello stato di ebrezza alcolica e si è in attesa di omologazione da parte del Ministero di un etilometro di ultima generazione che andrà ad affiancare quello già in uso alla Polizia Locale. Sono in atto specifici controlli. 

  • Azione 5: Piedibus. Progetto sperimentale che coinvolge alcune scuole presenti sul territorio comunale, e, attraverso l’analisi delle necessità degli scolari con interviste ed una progettazione mirata, lo implementerà con nuovi tracciati e modifiche di alcuni tra quelli già esistenti, puntando a catturare un numero maggiore di scolari che ne fanno uso e a istituzionalizzarlo.

Aggiornamento 18.04.2016: si sono posati alle fermate dei vari percorsi blu, rosso, azzurro i cartelli segnaletici indicanti appunto le tre linee. Si è provveduto a mettere in sicurezza i percorsi esistenti con la sistemazione del semaforo posto all’attraversamento pedonale in via Vittorio Veneto e la posa di dissuasori di sosta in via Gramsci. Si è proceduto ad acquistare materiale vario (pettorine, mantelline per la pioggia) da distribuire agli alunni iscritti. E’ in fase di studio la realizzazione di una nuova linea.

  • Azione 6: Sicurezza Stradale nelle scuole. si prevede di eseguire azioni mirate a sensibilizzare gli utenti ad un uso più sicuro della strada. In particolare, al fine di intervenire sui guidatori del futuro, si prevedono azioni formative mirate ai ragazzi in età scolare con l’obiettivo di fornire loro stimoli educativi, formativi e informativi sulla sicurezza stradale. Sarà valutata anche la ripresa di iniziative molto interessanti come le “fiabe per la sicurezza stradale” oltre che a giornate educative nella nuova area di apprendimento;

Aggiornamento 18.04.2016: è giunto al termine il programma di educazione stradale che ha coinvolto più di 1000 alunni delle scuole presenti sul territorio comunale, dalla scuola materna, alla scuola primaria di primo e secondo grado e gli alunni delle classi seconde della scuola secondaria di secondo grado. Il 23 marzo scorso si è svolta la prova pratica in bicicletta presso il parco della villa comunale, prova sostenuta dagli alunni delle classi 5 elementari. Nell’occasione sono state utilizzate delle biciclette fornite direttamente dall’Amministrazione e acquistate grazie al progetto INPUT. Oltre le biciclette agli alunni è stato fornito un casco protettivo.

  • Azione 7:

Area di apprendimento interattivo

E' stata realizzata, in uno spazio dedicato, un’area di apprendimento interattivo, dove le varie classi durante giornate organizzate, possano imparare la sicurezza stradale giocando e facendo esperienze dirette in tutta sicurezza, sia a piedi che in bicicletta. Si intende rafforzare anche questa iniziativa con l’assegnazione di “patente pedone” e “patente ciclista”. Inoltre sono previste nell’area delle giornate di apprendimento anche per altre scuole nei territori limitrofi o anche di altre provincie e regioni e sarà realizzato anche un’iniziativa sociale coinvolgendo ragazzi in case di affido, e comunità di alloggio. Il Comune di Trezzo intende anche adottare una metodologia innovativa di monitoraggio dell’apprendimento degli utenti in età scolare; obiettivo finale è avere un quadro chiaro e definito delle tecniche più idonee ed efficaci per insegnare ai bambini regole e comportamenti idonei da avere su strada.

La relazione del Progetto